IL PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA per l’inserimento degli ALUNNI STRANIERI

La nostra è una società complessa e richiede un “pensiero complesso” (Edgar Morin), flessibile, divergente, multiplo, che sostenga un apprendimento che duri tutta la vita. Per evitare la globalizzazione delle menti bisogna salvaguardare la pluralità delle lingue e del pensiero. 

Il fenomeno dell’immigrazione è considerato un elemento costitutivo delle nostre società nelle quali sono sempre più numerosi gli individui appartenenti a diverse culture. L’integrazione piena degli immigrati nella società di accoglienza è un obiettivo fondamentale e, in questo processo, il ruolo della scuola è primario. (C.M. n.24 1 marzo 2006 – Linee guida per l’accoglienza e l’integrazione degli alunni stranieri).

Il nostro Istituto intende l’accoglienza degli stranieri e l’educazione interculturale di tutti gli alunni, come attività prioritaria finalizzata a costruire curricoli formativi e stili comunicativi adeguati a valorizzare le differenze, a colmare i bisogni di apprendimento e a costruire per gli alunni stranieri percorsi per l’acquisizione della lingua italiana intesa come strumento indispensabile per l’integrazione e l’inserimento sociale e culturale nella nuova comunità. 

Il documento che esplicita le procedure e gli atteggiamenti necessari è il Protocollo di Accoglienza per l’inserimento degli alunni stranieri.